Seleziona una pagina

Il Formaggio di Fossa di Sogliano https://www.italyfoodshop.it/prodotto/formaggio-di-fossa-di-sogliano-dop-antica-cascina-1-2kg/, conosciuto anche come “Ambra di Talamello” in alcune zone. E’ un prodotto caseario unico, la cui produzione è concentrata principalmente nella regione dell’Emilia-Romagna. La peculiarità di questo formaggio deriva dalla sua tecnica di stagionatura dentro fosse scavate nella roccia gessosa o argillosa, una pratica che risale almeno al XV secolo.

Caratteristiche e Produzione

  • Tecnica di Stagionatura: Dopo una maturazione iniziale che varia da alcuni giorni a qualche mese. Il formaggio viene avvolto in sacchi di tela e collocato in fosse, tradizionalmente il 15 agosto. Le fosse vengono poi sigillate e riaperte in occasione della festa di Santa Caterina. Questo processo conferisce al formaggio di fossa il suo sapore e aroma intensi e distintivi.
  • Aspetto e Sapore: Il Formaggio di Fossa di Sogliano presenta una crosta sottile. Ha un’interno che va dal giallo paglierino al dorato intenso. A seconda della stagionatura e del tipo di latte utilizzato (può essere di pecora, di vacca o una miscela dei due). Il sapore è ricco, con note piccanti, e può avere sfumature che ricordano il sottobosco, i funghi, e frutta secca, come noci o mandorle.

DOP e Riconoscimenti

Il Formaggio di Fossa di Sogliano ha ottenuto il riconoscimento DOP (Denominazione di Origine Protetta) dall’Unione Europea, che ne tutela l’autenticità e la qualità, garantendo che la produzione segua rigorosi standard tradizionali. https://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/dop-igp/temi/prodotti-dop-e-igp-emilia-romagna/elenco-prodotti-dop-e-igp-dellemilia-romagna/formaggio-di-fossa-di-sogliano-dop

Consumo e Abbinamenti

Questo formaggio si presta a numerosi utilizzi in cucina, sia consumato da solo, sia come ingrediente per arricchire primi piatti, risotti, o insalate. È eccellente accompagnato da miele di acacia o mostarde di frutta, oltre che con vini rossi strutturati o passiti.

Curiosità

La tradizione vuole che l’origine della stagionatura in fossa sia stata una scoperta casuale, nata dalla necessità di nascondere le provviste durante le invasioni barbariche o altri periodi di conflitto, scoprendo poi che il formaggio seppellito acquisiva caratteristiche organolettiche sorprendentemente piacevoli.

Il Formaggio di Fossa di Sogliano rappresenta un esempio eccellente di come le tecniche di produzione tradizionali possano conferire caratteristiche uniche a prodotti alimentari, diventando simbolo di un territorio e della sua storia.

Pin It on Pinterest

Share This